Crotone, sequestrati beni ad un 54enne detenuto

 

Beni per un valore di 128 mila euro sono stati sequestrati dalla Polizia di Stato ad un cinquantaquattrenne di Crotone, detenuto a seguito di una condanna per violazione della normativa sulle sostanze stupefacenti anche in forma associativa e aggravata dal metodo mafioso.
    Il provvedimento di sequestro patrimoniale è stato emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Catanzaro.
    I sigilli sono stati apposti a tre immobili, due per uso artigianale ed uno adibito ad autorimessa, che sono ubicati nel quartiere Acquabona di Crotone.

Il decreto ha interessato anche rapporti bancari e preziosi in corso di quantificazione.
    Gli approfondimenti patrimoniali, condotti da personale della Divisione di Polizia Anticrimine, hanno consentito di accertare una consistente sproporzione tra i redditi dichiarati dal destinatario del provvedimento e dagli stretti congiunti e il patrimonio allo stesso direttamente o indirettamente riconducibile, ipotizzando che lo stesso risulti essere frutto di attività illecite.