Stop allo scrittore Antonio Scurati su Rai3, stasera era previsto un monologo sul 25 aprile

Stop alla presenza dello scrittore Antonio Scurati, che questa sera su Rai3, nella puntata di CheSarà, doveva proporre un monologo sul 25 aprile.

Ad annunciarlo è la conduttrice del programma Serena Bortone con un post su Instagram, in cui spiega di aver appreso 'con sgomento, e per puro caso, che il contratto di Scurati era stato annullato' senza 'spiegazioni plausibili'.

"Nella puntata di questa sera di Che sarà - scrive Serena Bortone su Instagram - era previsto un monologo di Antonio Scurati sul 25 aprile. Ho appreso ieri sera, con sgomento, e per puro caso, che il contratto di Scurati era stato annullato. Non sono riuscita a ottenere spiegazioni plausibili. Ma devo prima di tutto a Scurati, con cui ovviamente ho appena parlato al telefono, e a voi telespettatori la spiegazione del perché stasera non vedranno lo scrittore in onda sul mio programma su Raitre. Non sono riuscita a ottenerla nemmeno io". 

Il Pd: 'Grave e inquietante, qualcuno spieghi o è censura' 

'Abbiamo il diritto di sapere perché è stato cancellato il monologo di Scurati sul #25 aprile. Monologo che sarebbe dovuto andare in onda stasera nel programma di Serena Bortone su Rai3. La stessa giornalista non sa perché. Qualcuno spieghi, altrimenti è chiaro che è censura'. Così su X Simona Malpezzi, senatrice del Pd.

'È molto grave e inquietante la censura della Rai nei confronti di Antonio Scurati il cui monologo sul 25 aprile, che sarebbe dovuto andare in onda in prima serata su Rai 3, è stato cancellato senza alcuna spiegazione plausibile. Con questo governo in carica la principale azienda culturale del Paese non può più celebrare una delle date fondative della nostra democrazia? La presidente deve chiarire immediatamente: ci troviamo di fronte a un atto intimidatorio che ha pochi precedenti'. Così in una nota Irene Manzi, capogruppo del Pd in commissione cultura alla Camera.

M5s, il caso Scurati in Vigilanza Rai 

"Visto che Serena Bortone non è riuscita ad ottenere alcuna spiegazione plausibile sul perché lo scrittore Antonio Scurati non potrà andare ospite stasera a Che sarà su Rai3, la Rai dovrà rispondere alla nostra interrogazione in commissione di Vigilanza". Così l'esponente M5s in Vigilanza Rai Dolores Bevilacqua e il capogruppo M5s in commissione Cultura al Senato Luca Pirondini. "C'entra qualcosa il fatto che l'autore avrebbe dovuto interpretare un monologo sul 25 aprile? Davvero temi come la cultura e l'antifascismo fanno così paura alla Rai meloniana? L'azienda - sottolineano gli esponenti Cinque Stelle - sarebbe ancora in tempo per tornare sui suoi passi e rivedere questa decisione assurda, che puzza di censura lontano un miglio, consentendo a Scurati di essere ospite stasera dalla Bortone. Ci auguriamo che questo avvenga per evitare un ulteriore colpo all'immagine della Rai e del nostro Paese sul fronte della libertà di espressione".