A sei mesi dall'incendio riapre l'ospedale di Tivoli

 

A sei mesi dall'incendio divampato a dicembre, in cui persero la vita tre pazienti, l'ospedale di Tivoli torna in funzione.

Riattivati reparti, blocchi operatori, la rianimazione e il laboratorio di analisi.

Solo il pronto soccorso tornerà operativo dal 30 settembre. I servizi sono comunque garantiti dal Punto di primo intervento attivato dal 25 marzo.
    A visitare stamattina la struttura il presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca, accompagnato dal direttore regionale della Direzione Salute, Andrea Urbani, e dal commissario straordinario della Asl Roma5, Silvia Cavalli. "Oggi sono emozionato. Girare per struttura e trovare tanti sorrisi è fonte di gratificazione per il lavoro che è stato fatto" ha detto il presidente Rocca che ha spiegato: "Presto riaprirà anche il pronto soccorso". Il commissario straordinario Cavalli ha sottolineato che la struttura riapre dopo "importanti interventi di adeguamento antincendio e di riqualificazione, realizzati grazie al supporto della Regione Lazio" e ha aggiunto che da ieri sono state attivate le sedute operatorie. "Oggi c'è la prima gestante - ha raccontato - che forse porterà la prima nascita nel riaperto ospedale di Tivoli".  

"Il sistema antincendio è stato fatto a norma. Mi dispiace solo non essere arrivato in tempo", ha sottolineato Rocca. "I tempi di riapertura sono stati straordinariamente veloci e non me ne prendo il merito - ha aggiunto - perché è stato un gioco di squadra con tutte le istituzioni".
    Poi ha sottolineato: "Noi abbiamo chiaro il dolore di quella notte. Questa è stata per me una fonte di mortificazione e delusione per il servizio sanitario".