Blitz anti-spaccio a Roma, sgomberate le ex officine Romanazzi

 

Sgomberate le ex officine Romanazzi, in via di Tor Cervara alla periferia di Roma con un'operazione di polizia, carabinieri, e polizia locale.

L'intervento è stato deciso in sede di Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica.

Le ex officine, lasciate nel degrado, erano diventate anche una centrale di spaccio. All'interno delle baracche e giacigli di fortuna sono stati trovati più di 130 grammi di sostante stupefacenti (marijuana, hashish, cocaina ed eroina) e il materiale solitamente usato per la preparazione delle singole dosi, oltre a vari bilancini di precisione.
    "Grande vittoria di Striscia la notizia: sgomberate le ex officine Romanazzi di Roma dopo i servizi del tg satirico, prima trasmissione televisiva a entrare con le telecamere in quest'area abbandonata. Le condizioni di questo complesso industriale dismesso, divenuto luogo di spaccio e violenza, erano state documentate dall'inviata Rajae (servizi del 20 e 21 maggio), che aveva raccolto anche le testimonianze di alcuni residenti disperati", afferma una nota del Tg satirico che stasera trasmette un servizio sulla vicenda.
    Nella struttura erano presenti 46 cittadini stranieri, provenienti dalla fascia sub-sahariana e per i quali sono tuttora in corso le verifiche delle singole posizioni sul territorio nazionale, e 11 italiani. Uno dei cittadini stranieri era destinatario di un ordine di carcerazione emesso dal Giudice per le indagini preliminari per aggravamento di una precedente misura cautelare meno restrittiva. Altri due sono stati denunciati alla magistratura per aver opposto resistenza durante le operazioni. "Voglio esprimere la mia più sincera soddisfazione e il mio ringraziamento a tutte le forze dell'ordine e agli attori istituzionali, a vario titolo intervenuti, per l'operazione di sgombero realizzata quest'oggi presso le ex officine Romanazzi", ha detto il prefetto di Roma, Lamberto Giannini.