Calabria, Torna il Tour della Salute, la prevenzione viaggia per l'Italia

 

Da Trento a Catania, passando per Cremona, Mestre, Torino, Senigallia, Cervia, Pescara, Viareggio, Terni, Anzio, Isernia, Benevento, Taranto e Tropea.

Dall'11 maggio torna il Tour della Salute, iniziativa che punta a offrire nelle piazze di 15 città italiane l'opportunità di sottoporsi a consulti gratuiti e al tempo stesso di partecipare ad attività sportive e aggregative. 

L'iniziativa, presentata al ministero della Salute, è giunta alla sesta edizione; è promosso da Asc - Attività Sportive Confederate ed è realizzata con il contributo incondizionato di Eg Stada e il patrocinio del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.
    "Questa nuova edizione del Tour della Salute è indubbiamente la più completa di sempre, poiché contempera tutti gli aspetti fondamentali nell'ottica di salvaguardare non soltanto la propria salute fisica, ma anche quella psichica e finanche il benessere dei propri animali da affezione", afferma Giuliano Lombardi, presidente del comitato scientifico del Tour della Salute.
    In ogni piazza sarà possibile sottoporsi a una visita cardiologica, dermatologica, nutrizionale, reumatologica, psicologica e ci sarà anche un veterinario per gli animali.

Tra le novità di quest'anno, l'introduzione dello sportello dedicato alle apnee notturne e una piattaforma di intelligenza artificiale che analizza i parametri relativi allo stile di vita e al benessere.
    Saranno anche proposte attività motorie e ludiche soprattutto per le persone più vulnerabili.
    Nel corso del Tour, sarà a disposizione anche una postazione per il check-up alimentata dall'Intelligenza artificiale, denominata Capsula. "È una stazione di check-up, attraverso cui le persone in maniera semplice, intuitiva e veloce, possono analizzare parametri vitali, come la pressione sanguigna, l'invecchiamento cellulare, la condizione fisica e il livello di stress. In pochi minuti si ha un quadro generale della propria condizioni di salute che può essere utile per fare interventi sul proprio stile di vita, se necessario, o per avviare percorsi di prevenzione mirati e personalizzati", riferisce Massimiliano Dalla Via, amministratore delegato e direttore generale di Intesa Sanpaolo Rbm Salute. "La partecipazione del gruppo Intesa San Paolo a questa iniziativa ha un obiettivo semplice: quello di avvicinare le persone e sensibilizzarle sull'importanza della protezione della salute per sé e i propri cari", spiega Dalla Via.
    "Il Tour della Salute è ormai una solida realtà e un punto di riferimento per tanti cittadini che attendono il nostro arrivo per passare una giornata nel segno del divertimento e della pratica sportiva e soprattutto della prevenzione", sottolinea Valter Vieri, direttore generale di ASC.  

Dai dati dello Stada Health Report 2023 condotto in 16 Paesi europei, risulta infatti che per la prevenzione gli italiani sono ancora indietro: il 42% non si sottopone a controlli. E ciò avviene per diverse ragioni, che vanno "dalle difficoltà all'accesso ai problemi economici fino alla mancanza di conoscenze e sensibilità", spiega Salvatore Butti amministratore delegato di EG Stada.
    "Ogni anno - riferisce -produciamo un report, che quest'anno si allargherà ulteriormente e coinvolgerà 46mila persone in 23 Paesi europei.
    L'obiettivo è quello di raccogliere i bisogni che emergono dal territorio. Da questo punto di vista, momenti come il 'Tour della salute' vanno incontro a queste esigenze".
    Dal 2018 oltre 50 mila persone hanno participato all'iniziativa. La prima tappa dell'edizione 2024 sarà l'11 e 12 maggio ad Anzio.