Caputo e Villano nominati cavalieri del lavoro da Mattarella

 

Carmine Caputo (Industria alimentare molitoria) e Aquilino Carlo Villano (industria aerospaziale) sono i due cavalieri del lavoro della Campania nominati dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.
    Caputo, 75 anni, è dal 1983 presidente di Antimo Caputo, azienda di famiglia nata nel 1924 come mulino e oggi attiva nella produzione di farina per la gastronomia artigianale italiana di alta qualità.

Sotto la sua guida, vengono ampliati i mercati di riferimento dal territorio campano alla dimensione nazionale, per espandersi all'estero in oltre 100 paesi, dove realizza circa il 50% del fatturato.

Oggi Antimo Caputo opera con tre stabilimenti: quello storico di Napoli, il mulino di Campobasso, acquisito nel 2011, e lo stabilimento di Bergamo, dedicato ai prodotti senza glutine. Ha una capacità di macinazione di 700 tonnellate al giorno e occupa circa 80 dipendenti.
    Villano, 83 anni, è fondatore, presidente e amministratore delegato di Officine Meccaniche Irpine, attiva nella produzione di componentistica per i settori aerospaziale, della difesa e dell'automotive. Sviluppa l'azienda avviando rapporti di fornitura con operatori come Selenia e Alenia e puntando sull'alta specializzazione delle produzioni. Oggi Officine Meccaniche Irpine collabora con Leonardo, Airbus, Boeing e Lockheed Martin, fornendo alcune componenti del caccia multiruolo di quinta generazione F-35. Nel 2022 ha realizzato progetti di ricerca e sviluppo per circa 3 milioni. Opera con tre stabilimenti nell'avellinese su una superficie produttiva complessiva di oltre 20.000 mq. Occupa circa 110 dipendenti altamente specializzati.