Il Papa, una madre non deve scegliere tra lavoro e figli

 

Il calo della natalità deve essere affrontato con "lungimiranza".

"A livello istituzionale, urgono politiche efficaci, scelte coraggiose, concrete e di lungo termine".

Lo ha detto il Papa agli Stati generali della natalità. "C'è bisogno di un impegno maggiore da parte di tutti i governi, perché le giovani generazioni vengano messe nelle condizioni di poter realizzare i propri legittimi sogni". Per questo bisogna "porre una madre nella condizione di non dover scegliere tra lavoro e cura dei figli; oppure liberare tante giovani coppie dalla zavorra della precarietà occupazionale e dell'impossibilità di acquistare una casa".
    Il Papa è poi intervenuto sul business degli anticoncezionali. "C'e un dato che mi ha detto uno studioso della demografia: in questo momento gli investimenti che danno più reddito sono la fabbrica di armi e gli anticoncettivi: uno distrugge la vita, l'altro impedisce la vita". "E questi sono gli investimenti che danno più reddito", "è brutto", ha commentato Papa Francesco.