La premiazione a Roma per i migliori pani e formaggi

 

Si è tenuta oggi nella Sala del Tempio di Vibia Sabina e Adriano, nella Capitale, la cerimonia di premiazione del Concorso per i migliori pani e prodotti da forno tradizionali del "Premio Roma" - giunto alla diciannovesima edizione - promosso dalla Camera di Commercio di Roma e realizzato da Agro Camera in sinergia con l'Azienda Speciale Sviluppo e Territorio ed il sistema camerale regionale.
    Hanno partecipato 71 aziende provenienti da 14 regioni italiane che hanno presentato oltre 230 prodotti suddivisi in diverse tipologie.

I campioni sono stati sottoposti al giudizio di undici degustatori professionisti che hanno scelto chi far salire sul podio.

Il concorso prevede una sezione dedicata alle aziende di Roma e del Lazio e una sezione nazionale per favorire la partecipazione e quindi il confronto tra imprese che, al di là della localizzazione, siano accomunate da una comune filosofia: "il legame al proprio territorio per creare prodotti tradizionali con dei tratti distintivi che consentano di intercettare anche il gusto moderno". Non sono mancati poi i capisaldi della produzione locale (Roma e Lazio) a confronto.
    Come il filone, la rosetta e altri. A proporli 22 fornai di Roma, 4 della provincia e 15 del territorio regionale. Ben 24 i premi aggiudicati alle imprese del territorio regionale di cui 19 di Roma e 5 del Lazio.
    Nel corso della stessa mattinata si è tenuta anche la cerimonia di premiazione dei vincitori del Concorso per i migliori formaggi "Premio Roma", giunto alla sua ventunesima edizione.
    Il concorso prevede due sezioni, una regionale, riservata alle aziende di Roma e del Lazio, e un'altra sezione aperta non solo alle aziende del territorio regionale, ma anche a quelle nazionali ed estere per stimolare un confronto con produzioni simili per tecnica produttiva o per tradizione a quelle del territorio locale. Hanno partecipato 97 aziende: tra queste 36 del Lazio (con una netta prevalenza numerica delle romane - 14 di cui 5 provenienti dalla città - su quelle delle altre province) e 29 imprese partecipanti dal resto d'Italia ripartite tra 13 regioni (principalmente Campania, Emilia-Romagna, Veneto e Sardegna); le imprese estere hanno contato 32 iscrizioni da Spagna, Portogallo, Paesi Bassi e Cipro. La giuria, composta da nove assaggiatori esperti, ha esaminato oltre 250 campioni di formaggio di cui 100 iscritti alla sezione Roma e Lazio e 152 iscritti a quella nazionale e internazionale. Molto bene le imprese regionali sul podio: 3 di Roma città, 3 della provincia, 2 di Frosinone, 3 di Latina e 6 di Viterbo che si sono aggiudicate ben 21 premi distribuiti tra le diverse sezioni in concorso.