Segre, 'ricevo minacce ma non me ne starò a casa'

 

"Ricevo minacce pazzesche che ho ignorato per anni.

E mi preoccupo di questi odiatori in generale che dovrebbero essere protetti e curati.

Ma io ho visto tutto, come potrei avere paura a uscire di casa?". Così la senatrice a vita Liliana Segre durante un evento al Memoriale della Shoah di Milano.
    "Dico sempre che ho vissuto invano. Per 30 anni sono andata nelle scuole a raccontare ciò che era successo. E ritrovarmi a 94 anni a sentirmi dire 'stai attenta, stai a casa'... A me piace vivere, sono attiva, ho tante passioni. E dovrei stare a casa perché qualcuno vuole ammazzarmi? No" ha aggiunto Segre.
    "Non mi aspettavo questa ondata spaventosa di odio e antisemitismo, anche nei confronti di ebrei italiani che non c'entrano niente con le decisioni politiche di Israele e magari non le condividono. Siamo sempre stati odiati e perseguitati. Ma nonostante la Shoah e tutto quello che possiamo raccontare, il popolo di Israele continua a vivere nell'indifferenza generale".
    Lo ha detto la senatrice a vita Liliana Segre durante un evento al Memoriale della Shoah di Milano. "Siamo accusati di tutto quello che noi per primi non vorremmo vedere" ha aggiunto.