Studentessa Usa, 'temiamo partecipare a mobilitazioni in Italia'

 

"Alcuni studenti americani sono spaventati.

Hanno paura di partecipare alle mobilitazioni qui in Italia per la criminalizzazione che sta avvenendo negli Stati Uniti".

A dirlo è una studentessa dell'American University of Rome (Aur) che fa parte dell'organizzazione Asap, American student action for Palestine. La ragazza ha raggiunto il presidio con le tende sul pratone dell'università La Sapienza di Roma. "Aspettiamo anche altri che hanno confermato la loro presenza", aggiunge. Ieri nella sua università, Aur, l'associazione Asap ha organizzato "una pacifica occupazione di un giorno per informare le persone di quello che sta accadendo ai palestinesi. Bisogna sottolineare che molti studenti americani sono contro il genocidio e che in Usa le persone stanno manifestando pacificamente".
    Intanto sul pratone dell'ateneo - dove le tende sono circa una ventina - i ragazzi e le ragazze dei collettivi e delle organizzazioni studentesche preparano cartelloni da esporre nel loro accampamento. "Stop genocidio" e "La Sapienza ha le mani sporche di sangue" sono alcune delle frasi scritte.