A Roma Tre notte di scienza e ricerca il 4 giugno

 

La scienza per tutti.

Per una notte.
    Anche quest'anno l'Università degli Studi Roma Tre propone "Roma Tre Open Night" per condividere la ricerca scientifica con cittadini e curiosi di ogni età attraverso presentazioni, seminari, laboratori per bambini, attività interattive e approfondimenti.
    L'appuntamento è per domani, martedì 4 giugno, dalle ore 19 alle 23, presso la sede del Rettorato dell'Ateneo, via Ostiense 133.
    In quattro ore saranno disponibili 21 seminari, 13 interventi , una quindicina di stand dove sarà possibile sperimentare e condividere le mille sollecitazioni della ricerca scientifica.
    Si parlerà di astronomia e di fisica, di animali, di intelligenza artificiale, di linguaggio, di natura e biologia, di energia ma anche di filosofia, di arte e architettura: tutto quanto viene indagato, studiato, "ricercato" dagli studenti e dai docenti dell'Ateneo per una notte sarà a disposizione della curiosità della città.
    "Roma Tre Open Night è un evento di rilievo per il nostro Ateneo - ha dichiarato il rettore, Massimiliano Fiorucci - nell'aprire le porte a tutti gli appassionati di scienza e ai curiosi di ogni età, diamo risalto agli obiettivi che negli anni abbiamo centrato, ai successi raggiunti dai nostri gruppi di ricerca, all'impegno profuso quotidianamente da ciascuno di noi.

Ma è anche l'occasione per sottolineare e far emergere quanto i finanziamenti pubblici alla ricerca sono erogati dove l'impegno dei ricercatori sia stato tale da garantire dei risultati di eccellenza, ritenuti meritevoli di un ulteriore sostegno. Roma Tre è riuscita ad accedere a finanziamenti esterni grazie alla riconosciuta eccellenza delle proprie ricerche di base. I fondi ottenuti attraverso sforzi congiunti e partecipazione a bandi competitivi rappresentano un riconoscimento del valore del nostro lavoro e lo proiettano con speranza nel futuro".