Lazio,affluenza alle 19:comunali 59,4%,europee 37,8%,Roma 35,2%

 - RIPRODUZIONE RISERVATA

Bassa l'affluenza alle elezioni europee nel Lazio, dove alle 19 ha votato il 37,81% degli elettori.

Un dato più basso di quello registrato a livello nazionale, dove l'affluenza si è attestata intorno al 40,84%.
    Crollo più accentuato del voto per le europee a Roma dove alle 19 ha votato il 35,24% degli aventi diritto.

È Rieti, invece, la provincia dove si è votato di più con il 47,09% di affluenza.
    Più forte la partecipazione al voto per le elezioni comunali, con un'affluenza definitiva alle 19 pari al 59,38%. Per le comunali più di un Comune su tre è andato al voto, nessun capoluogo ma sette città 'maggiori'. Sono 142 su 378 i Comuni chiamati a rinnovare il sindaco, pari al 37,6%. Oltre 478mila i cittadini convocati alle urne.
    Gli scontri da tenere più sott'occhio sono però quelli nei sette centri sopra i 15mila abitanti, e sono centri di grande rilevanza: quattro sono in provincia di Roma, e sono Civitavecchia, Monterotondo, Palestrina e Tivoli. Ci sono poi due città in provincia di Frosinone, cioè Cassino e Veroli; infine, in provincia di Viterbo, c'è Tarquinia. Tre sono stati amministrati dal centrodestra, tre dal centrosinistra, uno da un civico.