L'omaggio a Berlusconi apre la kermesse di Forza Italia a Napoli

 - RIPRODUZIONE RISERVATA

Con un omaggio a Silvio Berlusconi e il coro 'Silvio Silvio' che si è levato da piazza Matteotti, ha preso il via a Napoli il comizio di chiusura della campagna elettorale per le europee di Forza Italia.
    "Abbiamo scritto Berlusconi nel simbolo perché noi siamo e saremo sempre berlusconiani" il grido di battaglia del capogruppo al Parlamento Europeo Fulvio Martusciello che dice di non temere il sorpasso della Lega.

"Al Sud avremo consensi quadruplicati rispetto a loro perché ci ricordiamo come chiamava Salvini i meridionali.

E oggi incoroniamo Antonio Tajani leader di un popolo".
    "Silvo Berlusconi - ha aggiunto il capogruppo alla Camera Pierpaolo Barelli - è sempre con noi e ci guida da lassù". "Non c'è centrodestra senza Forza Italia - spiega il capogruppo al Senato Maurizio Gasparri - ecco perché non ci preoccupano i sorpassi".
    Nel parterre lo stato maggiore di Forza Italia, i ministri Zangrillo, Pichetto Fratin e Casellati e i governatori di Piemonte, Sicilia e Basilicata Cirio, Schifani e Bardi. Tra i candidati alle europee, attira l'attenzione dei fotografi Alessandra Mussolini che si presenta con una 'aureola' intorno al capo fatta di bigliettini elettorali, i cosiddetti 'santini', con il suo nome e quello del capolista Tajani. E' intanto iniziato il comizio del vicepremier, introdotto dall'artista Serena Autieri.