Maxi sequestro di cocaina, 285 chili per un valore di 23 milioni

 

Un maxi sequestro di cocaina - 285 chili - è stato effettuato dai carabinieri della compagnia di Gioia Tauro, supportati da militari dello Squadrone eliportato Cacciatori "Calabria", in un'azienda a Candidoni.
    Durante le operazioni, all'interno e nelle vicinanze di un capannone, sono stati trovati, nascosti in sacchi contenenti combustibile pellet, 266 panetti di cocaina.

Un uomo di 40 anni è stato arrestato.

Agli investigatori non ha dato spiegazioni sulla provenienza dello stupefacente.
    Tenuto conto del quantitativo, i carabinieri ritengono che le analisi che saranno condotte confermeranno l'elevata purezza della cocaina. Gli investigatori, al riguardo, spiegano che considerando un prezzo medio al dettaglio che arriva a circa 80 euro al grammo, per lo stupefacente sequestrato si stima un importo complessivo pari a quasi 23 milioni di euro, il tutto senza considerare che la droga sicuramente sarebbe stata "tagliata" con altre sostanze prima di essere venderla.
    L'arrestato è stato portato nella casa circondariale di Palmi e messo a disposizione dell'Autorità giudiziaria.
    Il sequestro, si colloca tra quelli più importanti operati dai carabinieri del Gruppo di Gioia Tauro negli ultimi anni.