Notte bianca Eur, le luci dei canottieri contro rischio sfratto

 - RIPRODUZIONE RISERVATA

Tante luci hanno illuminato ieri sera le acque del laghetto dell'Eur, un fuori programma nell'ambito della Notte Bianca all'Eur-Electric Days 2024, evento che ha coinvolto migliaia di cittadini tra performance artistiche, concerti, attività sportive, laboratori e giochi.

Erano più di 300 le persone si sono date appuntamento all'interno del Circolo Canottieri Eur: bambini, ragazzi, giovani, adulti, movimento delle 'Donne in Rosa' e genitori hanno voluto riunirsi e accendere piccole luci sulle loro imbarcazioni, rischiarando la notte per non spegnere l'attenzione sulle sorti del loro circolo, a rischio di sfratto per finita locazione.
    Un'iniziativa pacifica per chiedere di non chiudere lo storico circolo che da 40 anni ha visto allenarsi migliaia di giovani, ma anche atleti di fama mondiale, e sollecitare EUR Spa e l'amministrazione capitolina a sedersi ad un tavolo per trovare una soluzione e poter così continuare l'attività al laghetto.

Il timore è che la chiusura, per costruire un centro sportivo di canoa, pronto forse tra un paio di anni, obblighi i ragazzi ad abbandonare lo sport. La squadra agonistica del Canottieri Eur, che da sola conta circa 100 tesserati, è tra le prime nel panorama italiano, per numeri e risultati, ma rischia di sparire, perchè due anni sono lunghi e ancora non intravede una alternativa.