'Obiettivo Fucsia' contro violenza donne nasce danzando

 

Ballare e cantare contro la violenza di genere.

E' la strada scelta dalla nuova associazione 'Obiettivo Fucsia - Donne Cultura Società' per il suo esordio a Roma ieri sera nella Sala Santa Rita, una chiesa sconsacrata dietro il Teatro di Marcello.

La danza contemporanea, il canto, la recitazione teatrale nello spettacolo 'Danzare sulla musica', scritto e diretto da Ludovica Morleo, che lo interpreta assieme a Francesca Cianca. Le letture sono a cura di Micaela Sangermano. Lo spettatore viene trasportato nelle sonorità della Puglia con la pizzica, un ballo che ha sempre avuto anche un ruolo terapeutico, soprattutto per le donne che soffrivano di depressione e che provavano un profondo dolore a causa della propria condizione.
    Obiettivo Fucsia è nata dall'incontro di due donne con alle spalle esperienze difficili di separazione dai compagni, Francesca Canella (presidente) e Rossella De Rosa (vicepresidente). Lo slogan Donne Cultura Società fa pensare al Donna Vita Libertà divenuto un simbolo delle proteste in Iran.
    In una della coreografie si intravede un foulard con i colori della Palestina. "Un auspicio di pace", ha spiegato De Rosa.  

Canella ha invece raccontato di aver quasi completato un percorso di consulente sessuale per poter poi insegnare ai più giovani come sviluppare una coscienza della parità e del rispetto.
    "Le donne in grave difficoltà, passate per esperienza di violenza, hanno bisogno di una rete di altre donne", ha detto Maura Cossutta, presidentessa della Casa Internazionale delle donne, che ospita 30 associazioni diverse.
    Lo spettacolo, patrocinato dal I Municipio Roma Centro, presente con la delegata alla Cultura Ludovica Jaus, e sponsorizzato da Cinnamoon Srl, è stato realizzato grazie a Opereventi Multimedia e presentato da Laila Perciballi, avvocatessa e Garante dei diritti delle persone anziane.